Enter your search terms:

Coronavirus: la Fashion Week per Ferragamo si trasferisce in un virtual showroom

Alcuni brand, come Armani, hanno scelta una sfilata a porte chiuse, altri hanno resistito al panico e hanno concluso la loro settimana della moda. Ma certamente la Fashion Week 2020 resterà nella memoria come un evento un po’ surreale.

Oltre la passerella, la città di Milano è stata serrata. Le partite di calcio sono state cancellate, i cinema sono stati chiusi e il sindaco ha emanato l’ordinanza di chiusura di scuole e università per una settimana.

Ma per l’appuntamento di settore, questo ha significato anche che un gran numero di redattori, buyer e influencer asiatici sono stati assenti dagli show.

L’80% dei buyer e operatori della moda cinese non ha partecipato alla recente Fashion Week milanese e il gruppo fiorentino ha trovato una soluzione per fronteggiare quest’assenza, scegliendo il Virtual Showroom di Hyphen.

Il pericolo Coronavirus e la soluzione di Ferragamo

Con più di mille tra buyer e operatori asiatici del settore moda che a causa del coronavirus non hanno partecipato all’appuntamento meneghino, anche i brand del Fashion hanno puntato su soluzioni nuove e alternative, sfruttando l’enorme potenzialità del digital.

Salvatore Ferragamo ha realizzato in tempi record il primo showroom interamente virtuale per la presentazione, anche in remoto, delle proprie collezioni. Una possibilità che, nata per far fronte a un’emergenza, potrebbe in futuro trasformarsi in un’alternativa costante per molti brand.

Come funziona il Virtual Showroom?

Il Virtual Showroom permette a buyer e partner di ogni nazionalità di consultare e visualizzare schede tecniche, foto e immagini interattive in versione 360° dei prodotti, in un ambiente cloud riservato e protetto di facile fruizione.

Written by: BecomeMarketing

Latest comments

Post a comment

Apri chat
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?